Milan, Barella e’ uno dei veri obiettivi, ma per ora impossibile contrastare un’offerta dalla Premier

Pubblicità

Basterebbero le dichiarazioni “d’amore” reciproche alla vigilia di Milan-Cagliari. A cui si possono aggiungere i retroscena svelati dai siti specializzati, ma anche le conferme avute. Nicolo’ Barella e’ stato e resta uno degli obiettivi di mercato del Milan per il prossimo anno.

Pubblicità

Come ha detto Gennaro Gattuso in conferenza stampa, a gennaio non dovrebbe arrivare nessuno. Per cui, sino alla prossima stagione si resta con i giocatori in rosa. Anche perche’ sarebbe davvero complicato fare programmi sensati prima di conoscere il doppio verdetto della Uefa, prima per la violazione del fair play finanziario nell’ultimo triennio pre-cinesi, successivamente per arrivare al voluntary agreement sulla stagione successiva, presentando un nuovo piano di introiti.

Ma la coppia Maldini Leonardo(quest’ultimo impegnato, non a caso, nel corso per diventare ds) sta gia’ pensando al prossimo calciomercato. Se non altro per redigere una lista di chi tenere sott’occhio, chi seguire piu’ da vicino e con chi cominciare i primi abboccamenti.

Nella lista, ai primi posti, il centrocampista del Cagliari. Come ha rivelato il sito Calciomercato. com, gia’ con la antecedente proprieta’ c’era stata una offerta per portare Barella a Milanello, l’ex ds Mirabelli aveva offerto Locatelli piu’ un conguaglio economico.

Con l’arrivo del fondo Elliott, le operazioni di mercato – come diffuso – sono state di altra natura. Ma le parole che ci sono state da una parte e dall’altra confermano che il feeling e’ piu’ vivo che in nessun caso. Gattuso, che aveva gia’ dato il via all’operazione a suo tempo, lo ha ribadito: “Mi piace come interpreta il ruolo, ha grandissimi margini di miglioramento”. Condivisibile: nella penuria di talenti di centrocampisti italiani di qualita’, Barella spicca come uno dei giovani piu’ interessanti. Non ha un gran fisico, ma supplisce più di che con la qualita’ del piede e edella giocate con molto dinamismo. talvolta lo porta a esagerare, ma va considerata l’eta’ (21 anni) e un temperamente assai forte.

Barella, da parte sua, ha fatto capire che il feeling e’ corrisposto: “Il Milan e’ notevolmente meglio dell’anno passato, più di ad avere un Higuian in piu’, ha la mentalita’ di Gattuso e se la gioca con chiunque”. Successivamente, pero’ aggiunge altre 2 cose che rivelano i 2 ostacoli che potrebbero far fallire una possibile trattativa.

Barella conferma che il Cagliari ha avuto delle offerte ma le ha rifiutata. E che non gli dispiacerebbe giocare in Premier “dove tutti sono nervosi come me”. Questo significa due cose da tenere presenti. La prima: il Cagliari ha ritenuto le offerte troppo basse e punta su una nuova stagione luminoso di Barella per strappare una cifra piu’ alta. Tommaso Giulini non e’ il primo presidente convinto di avere in casa la miniera d’oro: i casi di belotti e Milinkovic Savic sono li’ a dimostrarlo.

In ogni caso, anche il Milan guardera’ con attenzione alle prestazioni del 21enne sardo: soltanto se confermera’ i margini di crescita potra’ giusitificare una valutazione che adesso secondo il Cagliari si aggira sui 40 milioni (25 secondo Transfermarkt).

Secondo ostacolo. E’ vero che per il modo di giocare Barella e’ finito sotto analisi da qualche club inglese. E, per adesso, se dalla Premier fanno sul serio, nessun club italiano (forse con l’eccezione della Juve) puo’ lottare finanziariamente. Questo non vuol dire che in futuro anche il Milan non lo sia: ma ci vorra’ ancora qualche stagione e i giochi per Barella si fanno la prossima.

(Visited 76 times, 1 visits today)
Please follow and like us:
0
Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.