Milan, buona la prima: chi ha brillato nella prima notte europea?

Doveva essere una partita semplice quella contro il Dudelange e il Milan non ha deluso le aspettative, pur con qualche difficolta. Ecco chi ha convinto ieri sera

Era fondamentale partire con il piede giusto, anzi, era fondamentale. Esordire con una vittoria vuol dire parecchio sia in termini di classifica, che in spinta morale per le prossime partite, anche se l’avversario di fronte non è stato certo dei più temibili. Lo 0-1 strappato ieri sera in casa del Dudelange ha messo nuova benzina e sicurezza nel Milan . Vediamo quindi chi si è distinto nella partita di ieri sera:

REINA, WOW! – L’entusiasmo non deriva evidentemente da particolari parate o interventi degni di nota, anche perché il Dudelange si è reso poco pericoloso. Quello che più ha colpito è stata la grandiosa sicurezza con cui, fra uscite, tocco con i piedi e richiami ai compagni, ha condotto il suo debutto ufficiale in maglia milanista. La personalità del veterano non pare assolutamente essere svanita. Reina lancia un messaggio a Gattuso: questo Milan ha necessità anche di lui.

BAKAYOKO, QUELLO DEL MONACO – Il Milan l’ha acquistato dal Chelsea con un’unica speranza: quella che potesse ritornare il giocatore molto apprezzato ai tempi del Monaco. La gara di ieri sera ci ha presentato quel Bakayoko . 90 minuti di qualità e quantità. Corsa, tecnica, passaggi; non è mancato niente al centrocampista francese al debutto europeo con il Milan. Gattuso non lo richiama in nessun caso e questa è già di per se una notizia. Fisico straripante e tecnica validissima: se si dovesse confermare su questi livelli dovrebbe fare la differenza.

HIGUAIN, PRESE LE MISURE – Impiegare tempo ad analizzare la prestazione di Higuain è uno spreco di tempo. Decisivo a Cagliari, lo è stato anche ieri sera, quando dopo 2 tentativi falliti, ha finalmente bucato la porta del Dudelange. 2 goal in 2 partite consecutive. Il digiuno iniziale è soltanto un ricordo. Movimenti, difesa del pallone, occasioni procurate, concretezza e disinvoltura: i tifosi milanisti stanno apprezzando un campione, che di uguali qualità da tempo non varcava la soglia di Milanello. Higuain è un cecchino, e ha preso la mira: adesso verrà fuoco a raffica.

(Visited 47 times, 1 visits today)
Please follow and like us:
0
Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.