Sanzioni UEFA, possibile nuovo ricorso al TAS? Le multe sono eccessive

NOTIZIE MILAN – Nella passata settimana il club milanista ha finalmente appreso le sanzioni UEFA da rispettare. La Camera Giudicante ha emesso il proprio verdetto, dopo l’udienza a Nyon settimane prima con la delegazione del Milan .

corsera-milan-uefa-possibile-ricorso-al-tas-sanzioni-eccessive.jpg

La società si è vista trattenere 12 milioni di euro di premi UEFA derivanti dall’Europa League, poi per le prossime 2 stagioni potrà iscrivere solo 21 calciatori nella lista per le gare europee. Alla fine dovrà arrivare al pareggio di bilancio nel giugno 2021, altrimenti la squadra verrebbe esclusa dalle coppe.

Notizie Milan, sanzioni UEFA: nuovo appello al TAS?

C’è chi ha giudicato positivamente la sentenza della Camera Giudicante. Non ci sono, difatti, paletti che vanno a limitare il calciomercato. Una circostanza diversa da quella dell’ Inter , ad esempio, che con la sottoscrizione del Settlement Agreement aveva obiettivi economico-finanziari da ottenere ogni stagione. Evidentemente, però, quello costringe tuttavia il Milan a ottimizzare i conti del proprio bilancio. C’è un pareggio da ottenere nel 2021 e quindi è necessario raggiungerlo. Basilare il ruolo di Ivan Gazidis nell’aumento dei introiti. Ma è fondamentale anche la qualificazione Champions League , che consente di introitare assai soldi.

Oggi il Corriere della Sera scrive che il club milanista sta valutando seriamente un possibile appello al TAS di Losanna contro la sentenza UEFA. I legali sono al impiego per capire i margini di riuscita di un’eventuale azione del genere. Le sanzioni inflitte dalla Camera Giudicante sono considerate un po’ eccessive. In particolar metodo per quanto concerne l’esclusione dalle coppe in caso di mancato pareggio di bilancio nel 2021 e anche in merito ai 12 milioni trattenuti immediatamente. Il Milan dovrebbe ricorrere al Tribunale Arbitrale dello Sport , cosa già successa quando fu decisa l’esclusione dall’Europa League. Il appello ebbe accaduto, con la successiva riammissione.

Il Corriere della Sera scrive: « È possibile che i legali abbiano successivamente capito che si va incontro a un’ulteriore indagine per la stagione 2017-2018, per la quale potrebbero arrivare altre sanzioni. Il silenzio lasciava intendere un accordo fra Elliott e la UEFA per aspirare a un percorso di rientro: un appello al Tas indica piuttosto che nessuna soluzione è stato trovata ». Nei prossimi giorni si capirà meglio la posizione della dirigenza.

(Visited 114 times, 1 visits today)
Please follow and like us:
0
Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *