Retroscena Milan: Higuain non “sopporta” il modulo di Gattuso: torna troppo e si sente isolato

Pubblicità

Dopo 2 pareggi che hanno lasciato i tifosi perplessi sulle reali possibilità del Milan di vincere almeno il quarto posto utile per l’ammissione alla Champions, Gattuso deve affrontare la gara di Empoli (in cui ha tutto da perdere) senza il suo bomber argentino e con Patrick Cutrone reduce da un infortunio.

Pubblicità

In altre parole, il Milan ha problemi in attacco in un momento (dopo le vittorie di Inter, Roma e Lazio) in cui non può assolutamente permettersi di perdere altri punti.

Problemi in attacco che ci sarebbero stati anche se Higuain fosse stato abile e arruolato. Qualche insider ha rilanciato la news di un Pipita insofferente e già deluso per essersi fatto convincere da Leonardo-Maldini a trasferirsi al Milan. Non perché non crede nel progetto di rilancio di Elliott, quanto perché avrebbe capito che la squadra non è da quarto posto.

Higuain sa che ci vuole tempo. Elliott ha appena preso il controllo del club e il progetto andrà giudicato non prima dei prossimi 3 anni. E di questo Higuain è consapevole ed è stato informato.

Ma è vero che Higuain è insofferente. E’ palpabile come non si ritrovi nel modulo con cui Gattuso fa giocare il Milan. Spieghiamoci nel modo più facile possibile: con l’azione che parte dai piedi di Donnarumma, la palla non arriva in nessun caso rapidamente dalle parti dell’area avversaria, Higuain si spazientisce e torna a centrocampo a prendersela. Questo ha come conseguenza di non avere nessuno in area e di caricare Higuain di falli, perchè i centrali che lo seguono cercano l’anticipo per impedirgli le aperture verso chi si inserisce creando superiorità.

Poi, Higuain non ha ancora trovato chi sa servirlo con continuità come piace a lui. Contro l’Atalanta, il Milan è sembrato sbloccarsi, grazie al ottimo passaggio di Suso per il 1° goal. Ma successivamente la squadra si è disunita: Higuain deve essere il terminale di quasi tutte le giocate ed è stupefacente che, con i bergamaschi assolutamente scoperti, si sia riusciti a imbastire un contropiede per altro buttato al vento da Bakayoko.

Higuain dovrebbe essere meno isolato. Avrebbe necessità di una spalla, qualcuno che gioca accanto a lui, si prende anche qualche botta al suo posto, ne sfrutta gli spazi. Gattuso avrebbe anche la tentazione di giocare con il 442, almeno per parti di partita, affiancandogli Cutrone. Ma con Suso in campo si può fare soltanto in determinate circostanze.

Adesso deve pensare a battere a ogni costo l’Empoli, ma da domani Gattuso deve assolutamente trovare soluzioni per mettere Higuain nelle migliori situazioni per fare goal. Anche a costo di venir meno a qualche sua convinzione.

(Visited 295 times, 1 visits today)
Please follow and like us:
0
Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.