Milan, Gattuso contro i tifosi “leoni da tastiera”: “In Lussemburgo volevano vincere 7 a 0”

Le conferenze stampa di Gennaro Gattuso non sono in nessun caso un esercizio tipico di tanti allenatori in cui si parla assai per dire poco o niente. Nessun giri di parole, frasi scontate e banalità in quantità industriale. Gattuso parla notevolmente, e’ vero, ma risponde, spiega e se non è d’accordo lo dice senza nascondersi e senza vedere in faccia nessuno. Neanche i tifosi.

Lo ha fatto ieri, difendendo la prestazione dei suoi calciatori in Lussemburgo, attaccando di fatto quei tifosi (parecchi, in verità) che sui social network hanno criticato pesantemente Gattuso e i il Milan per aver giocato malissimo, ma specialmente per non aver sepolto di goal il Dudelange: “Per i leoni da tastiera avremmo dovuto vincere 7 a zero…. ”.

Una frase non detta a casa, nel rispondere a una domanda sulla prestazione di Tiemouè Bakoyoko: il francese è stato criticato non poco insieme a tutti i nuovi acquisti, visto che tanti tifosi hanno bocciato la prestazione dei nuovi acquisti, tutti schierati nell’esordio di Europa League.

Era una gara in cui c’era soltanto da perdere, proprio perché tutti si aspettavano la vittoria semplice e con molti goal. Gattuso ha invece, saggiamente, deciso di far riposare più calciatori possibili, visto che in settimana si giocherà ogni 3 giorni, lasciando certuni titolari addirittura a Milanello. Ha messo alla prova i nuovi e ha fatto qualche esperimento. Portando a casa i 3 punti che è successivamente l’unica cosa che conta.

Per il bel gioco c’è tempo. Sempre considerando che Gattuso continua a lavorare da un anno con calciatori che si e’ trovato e con una finestra estiva di mercato in cui i paletti Uefa hanno consentito ben poco.

(Visited 61 times, 1 visits today)
Please follow and like us:
0
Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.