AC Milan × nella web dei tifosi dell' AC Milan.
AC Milan
La rete sociale dei tifosi dell'
AC Milan

Stagione 2016-2017!!!

Vota il topic!
Totale

 

0 voti
maxy79
maxy79 il05-07-2016 alle 18:06:22

FINALMENTE SI APRE UNA NUOVA STAGIONE SPORTIVA.....

dopo le ultime grige e deludenti, tutti noi tifosi speriamo sia quella del rilancio!

Merita una discussione a parte con tanto di commenti della fase di ritiro ed amichevoli precampionato!

BUONA STAGIONE A TUTTIIIIIIII!!!!!!!!

La tua comunità, nel tuo cellulare
maxy79
maxy79 il05-07-2016 alle 18:07:22

Milan vacanze finite, giovedì il raduno

Montella ha salutato alcuni dei rossoneri, test fisici giocatori
05.07.2016 18:00 di Simone Nobilini Twitter: 
Fonte: ANSA
foto ANSA
foto ANSA

(ANSA) - MILANO, 5 LUG - Vacanze finite per i giocatori del Milan. Questa mattina un primo gruppo di giocatori rossoneri ha sostenuto i test fisici a Milanello, dove giovedì la squadra si radunerà per iniziare il ritiro agli ordini di Vincenzo Montella. In mattinata il nuovo allenatore ha salutato Menez, Gabriel, Agazzi, Antonelli, Montolivo, Niang e Poli, e domani si sottoporranno agli stessi test fisici Abate, Bertolacci, Bonaventura, Calabria, Donnarumma, Ely, Luiz Adriano, Diego Lopez, Matri, Mauri, Paletta, Romagnoli, Simic, Suso e Verdi. Honda e Kucka, invece, si aggregheranno alla squadra nel giorno del raduno, in attesa dei calciatori reduci dagli impegni con le nazionali, gli azzurri De Sciglio e Locatelli, i colombiani Bacca (si aggregherà il 20 luglio) e Zapata (raggiungerà la squadra a Chicago durante la tournée negli Stati Uniti).

maxy79
maxy79 il06-07-2016 alle 11:40:20

Sento l'aria giusta....
....ho sensazioni positive...come non ne avevo da anni!
Forse è l'inizio di una nuova era!!!
Lode a tutti noi tifosi che abbiamo nuotato nelle fogne fino ad oggi!
Forse la tanto agognata (e meritata) svolta è arrivata!
Godo a leggere che il Mercato del Milan si muove in continuazione!!!!

MCRC62milan
MCRC62milan il06-07-2016 alle 13:16:03

Lodi e gloria a noi tifosi che abbiamo sopportato fino all'umiliazione. Dovrebbero farci una statua. Spero che le tue sensazioni positive si trasformino in realta'. Mercato in continuo fermento sono gia' arrivato a 27 calciatori accostati al Milan ma per ora abbiamo solo Lapadula. Anche Vangioni sara' ceduto in prestito. Galliani deve muoversi!!!

eremus
eremus il06-07-2016 alle 13:54:53

Sono di natura molto cauto, però spero che questo cambiamento faccia bene in un ambiente (quello del tifo) ormai esausto, stanco, disilluso e mortificato da cinque anni di desolazione crescente, inoltre credo che questo cambiamento faccia bene anche ai "media" ormai cristallizzati sull'immagine di un Milan apatico, stantio e sportivamente insignificante.
Vogliamo ritornare ad essere competitivi e dispensatori di bel calcio cosi come lo fummo negli anni pi belli della nostra gloriosa storia, una epopea è finita ne comincia una nuova, siamo in mano a persone nuove con grandi possibilità economiche e con idee di grandezza degne del primo "Silvio" il mio augurio è che tutto questo impegno e tutta questa voglia di far bene ci porti alle dimensioni che realmente ci appartengono......Concludendo Forza vecchio cuore rossonero e sempre ed ovunque sempre con te.

Intrepido66
Intrepido66 il06-07-2016 alle 15:42:53

Io sono leggermente ottimista, anche se onestamente 400 milioni a disposizione per il mercato in due anni non ci credo manco se li vedo..nemmeno il PSG e il City hanno fatto investimenti simili dai..

Chi ci compro?

3 campioni e dei giovani già pronti per crescere..i nomi li facciano gli esperti di mercato pagati per quello..

Intrepido66
Intrepido66 il06-07-2016 alle 16:55:59

Laudisa: "Galliani è rientrato a Milano con l'agente di Pjaca, ore decisive nell'asta tra Juve e Milan"

Carlo Laudisa, giornalista de "La Gazzetta dello Sport", ha parlato così attraverso il proprio account Twitter delle novità relative alla trattativa intavolata dal Milan per Marko Pjaca: "Di rientro da Zagabria Galliani e' rientrato a Milano con l'agente di Pjaca. Ore decisive nell'asta tra Milan e Juve per il croato.

maxy79
maxy79 il07-07-2016 alle 17:16:51

LIVE MN - Galliani: "Fino al closing resterò sicuramente, poi vediamo. Berlusconi convinto di cedere per il bene del Milan. De Sciglio? Solo un no al Napoli"

07.07.2016 13:53 di Thomas Rolfi Twitter:   articolo letto 59449 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
LIVE MN - Galliani:

- termina qui la conferenza stampa di Vincenzo Montella e Adriano Galliani

Su come sta vivendo Berlusconi il passaggio di proprietà: "Lo sta vivendo bene perchè è convinto che sia il bene del Milan. Rimane un grandissimo tifoso del Milan ed è molto sereno e determinato e convinto di fare una cosa per il bene del Milan. Mi ha sempre detto che una squadra di cuore afferisce ai sentimenti, non al business. Gli dispiace, ma è convinto che questa sia una soluzione giusta per garantire un futuro radioso al Milan".

Sulle critiche: "Certamente non fanno piacere, ma credo di avere un certo self-control. Quando vinci vengono cancellati tutti gli errori e viceversa. Ho vissuto questo periodo credendo che questo periodo finisse - come finirà certamente - e che si tornerà presto a vincere qualcosa. Chi si occupa di un'attività pubblica deve sapere che questo è nell'ordine delle cose e bisogna saperlo accettare".

Sulla stagione: "Siamo andati vicinissimo a far sì che la stagione fosse accettabile. Purtroppo abbiamo perso la finale contro la Juventus pur giocando bene. Non è per cercare alibi, ma questo è il calcio e come tutti gli sport sono legati a dettagli. Sono sicuro che se noi avessimo vinto quella finale, sarebbe stato tutto un altro film e avremmo fatto altre considerazioni".

Se può garantire sulla serietà dei nomi della nuova proprietà: "La trattativa è condotta tra Fininvest e questo fondo cinese quindi io non posso dare risposte su questo. Il Milan è oggetto, non soggetto. Le domande vanno rivolte a Fininvest, indipendentemente che io sappia o non sappia i nomi del fondo".

Su De Sciglio: "Non mi ha chiesto di essere ceduto, nessun tipo di richiesta. Lui sta bene, è tornato il De Sciglio che avevamo sempre conosciuto. Ha avuto un periodo più felice. Con la sua cicatrice è più interessante, ha più la faccia da duro e meno da bambino (ride, ndr). Mai avuta nessuna richiesta da parte della Juventus. Il Milan non lo cede e la Juventus non ha fatto nessuna richiesta. L'unica squadra che ha chiesto De Sciglio insistemente è il Napoli. Cortesemente gli è stato detto di no. E' stata l'unica società mondiale".

Sugli obiettivi: "Verranno fissati al 1 di settembre".

Sull'ampiezza della rosa: "Il Milan al momento potrebbe tenere tutti i calciatori che ha perchè siamo in 29, di cui 4 under 21 quindi rientra nella lista dei 25. Partirà sicuramente qualcuno, ma in teoria potremmo iscriverci al campionato. In un giorno sono partiti Simic e Verdi al 99%. Abbiamo la fortuna di avere tanti under 21, abbiamo Donnarumma, Calabria, Romagnoli, Locatelli, Mauri. Una volta eravamo accusati di essere troppo vecchi, ora i giovani li abbiamo. Abbiamo tanti giocatori nel nostro settore giovanile. Approfitto per fare i complimenti a Mattia De Sciglio, che ha disputato un grandissimo europeo. Stiamo creando una squadra giovane e forte che, ripeto, può puntare a qualunque tipo di obiettivo quando avremo finito il mercato. C'è da lavorare, ma siamo partiti bene. Il mercato in questo momento è molto semplice: Sono arrivati Lapadula e Vangioni, sono rientrati per fine prestito Agazzi, Paletta, Vergara, Matri, Suso e Verdi. E' stato ceduto El Shaarawy alla Roma. Hanno lasciato cinque giocatori perchè a fine contratto e voglio approfittare per ringraziarli. La rosa è già cambiata e verrà ulteriormente modificata. Abbiamo chiaro chi dovrebbe uscire, certamente poi dovremo trovare la squadra che acquisti il giocatore e che il giocatore accetti l'eventuale squadra. E' difficilissimo trovare una moglie di un calciatore che dica che voglia andare via da Milano. Questo vale anche per quando devi comprare nuovi giocatori. Il brand è fortissimo e la città è conosciuto in tutto il mondo. Nessuno dice no al Milan, è solo un problema economico. Farli partire è più complicato".

Se si sta adattando all'idea di avere un padrone diverso: "Certamente rimarrò amministratore delegato del Milan in ogni caso fino al closing. Quando sarà avvenuto questo passaggio valuteremo cosa fare. E' l'assoluta verità. Non mi preoccupa cosa succederà ad ottobre, ma cosa succederà a luglio e ad agosto. Il mio impegno è totale e assoluto fino al closing, che è previsto possa avvenire fino alla fine di settembre. Ma qualche cosa da fare magari la troverò. Qualunque decisione sarà concordata con il presidente Berlusconi, con cui ho un legame per la vita. Sono 37 anni che sono legato a lui. Tutto quello che io farò sarà concordato con Berlusconi. Ma adesso veramente io non ci penso".

Sul viaggio a Zagabria: "E' incredibile. Il problema è che tutti noi ora andiamo in giro con una macchina fotografica in tasca ma collegata al mondo. Io e Ronaldo il fenomeno siamo nelle foto di tutti i ristoranti di Milano (ride, ndr). Io non è che vado in giro a fare foto. Una sera sono seduto tranquillamente e si vede che io sono serio. Di fianco ci sono due ragazze e ho evitato rischi. Ieri prima di partire mi chiede la foto il proprietario del ristorante e dopo un minuto mi vedo in giro per il mondo. Bisognerà stare chiusi in casa o essere scortesi. All'inizio ho provato a negare che fossi a Zagabria".

Se c'è più cattiveria dopo questi 3 anni: "Non credo sia un problema di cattiveria. Il calcio è fatto di alti e bassi. Non dimentico che la Juventus 5 anni fa arrivava da due settimi posti. Cambiando l'allenatore e qualche giocatore ha dato una svolta. C'è già stato qualcuno, potrebbe risuccedere qualcuno".

Su Pjaca: "Non mettiamo nulla in piazza. Il mercato è riservato e quindi le chiedo scusa ma non rispondo di mercato. E' un giocatore importante seguito da molte società. Vediamo, vediamo".

Su qual è la missione che Berlusconi ha affidato a lui e a Montella per la prossima stagione: "Non c'è stata una mission precisa. Abbiamo parlato di mercato. La missione è sempre quella: vincere, convincere e far divertire. L'idea è sempre quella da 30 anni a questa parte. Di positivo c'è che il presidente ha tanta voglia di parlare di calcio. Dobbiamo fermarci al 10% di 30, 3 anni così bastano. Faremo ogni sforzo sul mercato per rinforzare la squadra. Per la prima volta il mercato sarà condiviso e ogni operazione dovrà essere sottoscritta tra me e Gancikoff. Se non siamo d'accordo entrambi si va su un altro obiettivo. Stiamo collaborando molto bene e personalmente mi sto adattando. Credo di aver letto qualcosina su una presunta trattativa in corso, ma c'è una grande comunione di intenti. Se anche dovesse verificarsi il preliminare, il closing sarà dopo il mercato. Abbiamo raggiunto qualche obiettivo, qualcun altro lo stiamo raggiungendo. Certamente abbiamo parlato sia io che Gancikoff con Montella e ci è chiaro che cosa vuole. In questo periodo cercheremo di accontentarlo al massimo e pensiamo di riuscire a far arrivare qualche giocatore importante. E' verso quei giocatori che stiamo puntando. Nella mia testa è chiarissimo che giocatori voglia e lui lo sa".

Se Montella era già stato vicino al Milan: "Intanto come giocatore ho ancora paura perchè mi ricordo che nel '99 ha rischiato di farci pareggiare la partita. Montella è stato vicino al Milan due anni fa, ma non c'erano le condizioni per cui si potesse realizzare. Adesso si è riaperta l'opportunità e voglio ringraziare Massimo Ferrero che l'ha liberato con grande fair play. Voglio ringraziare la Samp e il suo presidente. Ieri sera siamo stati a cena insieme al presidente Berlusconi e ha avuto modo di conoscerlo e ha avuto la sua benedizione. Tutte le componenti del Milan sono coese a Vincenzo Montella".

Galliani fa gli onori di casa: "Voglio fare i miei auguri al presidente Berlusconi, che sta molto meglio. Ha iniziato la fase di riablitazione e questa è la notizia molto più importante della giornata. Oggi presentiamo il nostro nuovo allenatore Vincenzo Montella, scelto oltre che per i risultati che ha ottenuto, anche per il bel gioco con cui li ha ottenuti. Vincenzo fa del gioco il suo credo e gioca nel modo in cui pensiamo da 30 anni che si debba giocare. Per quanto riguarda la prossima stagione, inizia la 31° stagione. E' stato un periodo strepitoso grazie all'energia che il presidente Berlusconi ha messo in questa società. Stiamo lavorando attivamente sul mercato, io sono subissato a ogni ora del giorno su domande di mercato e scappo e non dirò cose neanche oggi. Perciò meglio che stia zitto, perchè ogni cosa può ritorcersi contro di me (sorride, ndr). Oggi siamo qui per presentare Vincenzo. Se proprio volete fare domande, fatele, a qualcuna risponderò, ad altre meno".

Amici di MilanNews.it, tra pochi minuti Adriano Galliani presenterà farà gli onori di casa in conferenza a Casa Milan, dove verrà presentato Vincenzo Montella. Il tecnico rossonero parlerà alla stampa e poi si recherà a Milanello per dirigere l'allenamento pomeridiano. Restate con noi per non perdere neanche una dichiarazione dell'amministratore delegato del Milan.

 

maxy79
maxy79 il07-07-2016 alle 17:17:37

LIVE MN - Montella: "Inaccettabile che il Milan non sia in Europa, dobbiamo tornarci giocando bene. Niang mi piace, Bacca ha grande mercato"

07.07.2016 13:52 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 47957 volte
© foto di STUDIO BUZZI
LIVE MN - Montella:

- Finisce così la conferenza stampa di presentazione di Vincenzo Montella.

Su Honda: "Lo considero come tutti gli altri. Ha caratteristiche chiare, lo voglio conoscere bene anche lui per valutarlo come tutti gli altri. E' un grande giocatore".

Sulla Sampdoria: "Ho lavorato fino all'ultimo giorno per la Samp, con ho un ottimo rapporto. Prima di parlare con il Milan ho avuto un'autorizzazione scritta del club. Mi dispiace se i tifosi pensano che sono un traditore, ho dato sempre tutto per questa società per cui ho un affetto particolare".

Sulla Nazionale: "Sono tornato dalle vacanze in Oriente il 20 giugno e nessuno della Federazione mi aveva chiamato. Qualche giorno poi ho saputo dell'interessamento del Milan. Sulla Nazionale sono state solo voci".

Sui predecessori al Milan: "Io rispetto tutti i miei predecessori qui al Milan, che hanno dato sempre il massimo. Cos'ho più di loro? Forse niente..."

Sulla qualità: "Per vincere le partite serve la qualità e la fantasia, ma non solo perchè servono anche corsa e fisicità. E' importante correre tanto, ma bisogna farlo bene".

Sul fatto di essere l'uomo giusto: "Mihajlovic l'anno scorso ha detto che se falliva lui serviva un esorcista? Eccomi (sorride, ndr). Comunque fare proclami non mi piace, dobbiamo lavorare tutti insieme per raggiungere gli obiettivi. E' una grande sfida e sono convinto che potremo vincerla tutti insieme".

Ancora sul modulo: "La società sa quali sono le mie idee e oggi lo hanno capito anche i giocatori. Ripartiremo sicuramente dalla difesa a 4 e da 3 centrocampisti, il resto vedremo".

Sull'attaccante ideale: "Per me un attaccante deve segnare e partecipare al gioco. Niang può ricoprire tutti i ruoli dell'attacco, Lapadula ha fatto molto bene in Serie B. Abbiamo un attacco completo. Per me le motivazioni sono fondamentali, è fondamentale capire cosa pensano i ragazzi".

Su Mancini: "Era un giocatore molto altruista quando giocavamo insieme, mi aspettava per farmi segnare, quindi gli chiedo la stessa cosa al prossimo derby (ride, ndr)".

Sulle sue ex squadre: "Non posso pensare di essere lo stesso del passato, mi devo anche adattare ai giocatori che ho e che avrò a disposizione. A Firenze ero partito da zero, è stato il momento in cui ottenuto più soddisfazioni".

Sugli obiettivi: "Noi dobbiamo tornare in Europa attraverso il modello di gioco richiesto dalla società. L'obiettivo minimo è l'Europa League".

Sulla panchina del Milan: "Questo è un mestiere complicato, ci sono tante difficoltà".

Sul modulo: "Non mi piace parlare di moduli, per me sono tutti variabili. Sono più importanti i principi di gioco".

Sui giocatori in rosa: "Niang mi piace molto, voglio conoscerlo bene perchè secondo me può fare meglio".

Sulla pazienza: "Noi abbiamo fretta, dobbiamo conoscerci in fretta con la squadra".

Sul rapporto con Berlusconi: "Mi piace ascoltare, sono molto democratico e mi piace ascoltare i consigli che mi vengono dati".

Sulla svolta del Milan: "Indipendentemente dal passaggio di proprietà per me esiste un solo Milan. Mi auguro di essere all'altezza".

Su Bacca: "E' un giocatore di livello internazionale che ha grande mercato. Fa tanti gol, è un giocatore completo".

Sulla mancanza di personalità: "Lo si dice di tante squadre. Serve che i giocatori abbiano sicurezze tattiche e sul modo fi giocare".

Sui problemi del Milan: "Se il Milan non va tre anni nelle coppe qualcosa non va. Qualcosa da mettere a posto c'è e dovrò farlo nel migliore dei modi".

Sul Milan del passato: "Mi sono innamorato della squadra di Sacchi".

Sulle priorità del mercato: "Io e la società ci parliamo costantemente. Io ora devo valutare i giocatori che ho, vedere la loro voglia di vincere e la loro motivazione, poi valuterò la loro funzionalità al progetto".

Sugli obiettivi di mercato: "Non è vero che ho chiamato Borja Valero, è solo un pettegolezzo. Vanno scelti giocatori funzionali al progetto, se poi conoscono già il mio modo di lavorare e il mio gioco tanto meglio"

Sul mercato: "Noi dobbiamo portare avanti un'idea che è stata sposata da me e dal Milan. Per fare ciò servono giocatori funzionali, io ovviamente darò delle indicazioni".

Sul gioco: "Il Milan deve giocare bene, noi dobbiamo portare avanti il nostro modello di gioco che poi è lo stesso che ha reso grande il Milan negli anni".

Sul presidente: "Incontrarlo è stata una grande emozione, con il suo arrivo nel calcio è cambiato il calcio italiano. L'ho trovato bene, ha grande carisma quindi è stata una bella serata".

Sugli obiettivi: "E' inaccettabile che il Milan non sia nelle coppe europee da tre anni. Questo è il nostro obiettivo".

Sul sogno di arrivare al Milan: "Da quando alleno ho sempre pensato a migliorare. I miei sogni da bambino non sono quelli da adulto, ho sempre pensato solo a lavorare. Sono felicissimo di essere qui, sento grande responsabilità ed energia. Sono entusiasta e concentrato sul lavoro".

Amici e amiche di Milannews.it, benvenuti nella sala della conferenze di Casa Milan dove tra poco andrà in scena la presentazione ufficiale di Vincenzo Montella come nuovo allenatore del Milan. Restato con noi per non perdere nemmeno una dichiarazione del neo tecnico milanista!!!

 

MASIK
MASIK il07-07-2016 alle 22:22:06

Il problema e' che fino ad ora ci sono state solo promesse, parole e niente altro. daccordo il problema di salute di berlusconi che ha rallentato il tutto, ma adesso e' tempo di fatti, altrimenti ci ritroveremo con il supermercato semi vuoto e con la rimanenza scarsa e scontata (parametri zero). Esempio e' il tanto bla bla bla su Pjaca. Se non si muovono, qualche altra squadra (e mi roderebbe il culo se fosse la Juve) ce lo soffia. Il giocatore e bravo, cazzo paga e basta. Poi dopo pensa a vendere gli esuberi e forse Bacca. La parola d'ordine e' AGIRE, AGIRE AGIRE ED IN FRETTA.

Risposta rapida

Vuoi partecipare a questa sezione?

- Se sei già membro, entra / loggati.

Se ancora non ti sei registrato nel tifomilan.it:

Accedi con Facebook